LEGA ITALIANA TUMORI. Donati all’Ulss2 caschetti refrigeranti

56

Sei caschetti refrigeranti, frutto di una gara di solidarietà avviata dalle parrucchiere e che ha avuto un riscontro oltre ogni previsione. A donarli oggi all’Ulss 2 è stata la Lega Italiana per la lotta contro i tumori che si è fatta da garante, gestendo la parte “istituzionale” del progetto “Beneficiamo bellezza”. Quattro i caschetti donati all’Unità Operativa di Oncologia dell’ospedale di Vittorio Veneto e due quelli collocati, invece, al nosocomio di Oderzo.

I sei nuovi caschetti vanno ad aggiungersi ai quattro già in dotazione al Ca’ Foncello di Treviso: si tratta di apparecchi che permettono di ridurre sensibilmente la perdita di capelli nelle persone sottoposte a trattamento chemioterapico. La perdita dei capelli è uno degli effetti collaterali più comuni e traumatici provocati dalla chemioterapia, con un impatto negativo che si ripercuote sull’umore della paziente. I caschetti refrigeranti verranno utilizzati per le donne in trattamento chemioterapico adiuvante pre e post-operatorio. Si tratta di apparecchiature di abbassare la temperatura del cuoio capelluto in modo costante a 4 gradi centigradi durante il trattamento. La riduzione della temperatura porta a una vasocostrizione, e ciò rende minima la sostanza medicinale rilasciata nei follicoli piliferi. Inoltre la riduzione a livello metabolico riduce l’assorbimento delle sostanze da parte del follicolo pilifero.

Alcune recenti ricerche confermano la buona risposta da parte delle pazienti, con una perdita dei capelli in alcuni casi dimezzata rispetto a quella registrata nelle pazienti sottoposte alla chemioterapia senza l’utilizzo del «casco».