ASSINDUSTRIA VENETOCENTRO. Prima assemblea dei Giovani

44

Padova-Treviso – 26.10.2018 – L’Assemblea congiunta dei Giovani Imprenditori di Padova e Treviso, riunita oggi a Villa Borromeo di Sarmeola di Rubano (Pd), ha costituito formalmente l’unico Gruppo Giovani Imprenditori di Assindustria Venetocentro Imprenditori Padova Treviso, in coerenza con l’istituzione della nuova Associazione nata lo scorso 15 giugno dall’integrazione di Confindustria Padova e Unindustria Treviso, la seconda in Italia nel sistema Confindustria con 3.300 imprese per 160.000 addetti. Unanime il voto dei soci, che hanno approvato anche il nuovo Regolamento.
Come per la governance dei senior, la fase di avvio del nuovo Gruppo Giovani di Assindustria Venetocentro, che durerà un biennio (fino all’Assemblea elettiva del 2020), vedrà un’alternanza alla guida fra le Presidenti in carica dei Gruppi conferenti, con Anna Viel che sarà il Presidente per il primo anno con delega a Education, Scuola (fino all’Assemblea del 2019) e Alessandra Polin per il secondo. Nello stesso biennio vi sarà il cumulo delle cariche in corso nei Consigli Direttivi nel nuovo Consiglio Direttivo unificato che è così composto: Vicepresidenti, Anna Amuro, Edoardo Billotto, Nicola Corsano, Susanna Dalla Favera, Riccardo Fornasier, Giacomo Marcato, Gabriele Maramieri, Mick Odelli; Consiglieri, Giovanni Bersaglio, Alessandra Biasin, Pietro Callegaro, Giovanni Gava, Alberto Gerli, Ferdinando Menuzzo, Francesco Ongaro, Anna Sofia Pardo, Silvia Pillan, Davide Ranzato, Marco Zara.
“Attori del presente. Protagonisti del futuro” è il titolo della Assemblea Generale 2018 dei GiovaniImprenditori di Assindustria Venetocentro. Ha aperto i lavori Alessio Rossi, Presidente Giovani Imprenditori di Confindustria. Sono seguiti gli interventi di Anna Viel e Alessandra Polin su Competenze e Innovazione. Quindi le conversazioni, condotte dal giornalista Luca Barbieri, su Università e Impresa: sinergie verso il futuro con Marco Bettiol, Professore associato Dipartimento di Scienze economiche e aziendali Università di Padova, e Fabrizio Gerli, Professore associato Dipartimento di Management Università Ca’ Foscari Venezia. E con gli imprenditori Chiara Rossetto, Amministratore Delegato Molino Rossetto e Raffaele De Bettin Ceo DBA Group su Imprese in evoluzione. È seguita la relazione di Loretta Falcone, Data scientist alla NASA e TEDx Speaker, sulla rottura dei “paradigmi” come metodo per generare il progresso scientifico e tecnologico. Le conclusioni sono state di Massimo Finco, Presidente di Assindustria Venetocentro.
Innovazione come processo collettivo, competenze per comprendere e orientare lo sviluppo, sinergie con l’Università e il racconto di imprese apri pista. Ma anche la preoccupazione per il futuro del Paese e una politica economica che dimentica la scuola e i giovani e derubrica l’Industria e la formazione 4.0 con il rischio di far perdere competitività al sistema produttivo e di bloccarne lo sviluppo digitale.
«Il Gruppo Giovani Imprenditori di Assindustria Venetocentro è una realtà – dichiara Anna Viel,Presidente dei Giovani Imprenditori di Assindustria Venetocentro -. Da oggi c’è un’unica squadra, coesa e motivata, al servizio di un grande progetto che renda questo territorio fertile di imprese giovani e start up, attrattore di capitale umano, e interlocutore delle riforme che servono ai giovani e all’Italia. A cominciare da un grande piano di investimento sui giovani più che sussidi di Stato, che coinvolga scuola, università, formazione e imprese. Gli imprenditori sono pronti a fare la loro parte: mantenendo e rafforzando Industria e formazione 4.0, creando modelli educativi che consentano di vincere la sfida del digitale e rispondere ai fabbisogni delle imprese, qualificando l’alternanza scuola-lavoro e non depotenziandola, siamo pronti ad investire di più e creare opportunità per i giovani».
«Il nostro comune obiettivo è essere un Gruppo Giovani Imprenditori forte e coeso – dichiara Alessandra Polin, Presidente Vicario dei Giovani Imprenditori di Assindustria Venetocentro – per essere risorsa di innovazione per le imprese, per tutta l’Associazione e il territorio, per parlare con gli altri giovani a partire dal mondo della scuola. Ci candidiamo ad essere positivi influencer per affermare una cultura d’impresa avanzata dove i giovani possano conquistarsi un ruolo attivo, senza tutele e assistenza ma premiando il merito e le competenze. Essere in tanti tra Padova e Treviso ci rende ancor più rappresentativi e autorevoli all’interno di una grande Associazione Industriali nella quale potremo sviluppare importanti sinergie e progetti per le imprese e tutto il territorio».