Trevisopress

Sabato
22 Settembre
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

CASTELFRANCO. Alzheimer. Quale prevenzione?

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

alt2 MAGGIO 2018. Alzheimer: cosa possiamo fare? Eloquente il titolo del convegno “Quale ricerca? Quale prevenzione? Quale risposta a malati e famiglia”, che inizierà alle ore 9,00 presso la sala conferenze dell’ospedale San Giacomo. Il numero di persone colpite da demenza nel nostro Paese è oltre 1 milione e si stima che per il 2020 il numero di nuovi malati salirà di 584.000 unità -si legge nell’invito-  Sono persone che diventano ben presto disabili gravi e hanno costi sociali ed assistenziali enormi sia per la famiglia che in generale per la società. La malattia di Alzheimer è la principale causa di demenza e colpisce non solo le persone anziane, ma anche soggetti in età giovane-adulta, ancora attivi sul piano sociale e lavorativo, con ripercussioni familiari gravissime.  Si calcola che i soggetti con meno di 65 anni colpiti siano almeno 100.000.

“Non sono a disposizione farmaci in grado di bloccare la malattia di Alzheimer e la sperimentazione di nuove molecole, pur molto attiva, non ha ancora portato ad individuare molecole utili  Cosa possiamo fare?  La nostra Fondazione ha deciso di promuovere questo incontro per cercare risposte al senso di impotenza che rischia di prevalere.  "Secondo le ultime ricerche pubblicate da Lancet nel 2017 -sottolinea Renza Ferello, vice Presidente Fondazione per la Ricerca cardiovascolare e malattie neurodegenerative- la prevenzione della demenza è il primo passo che ogni nazione dovrebbe mettere in atto per ridurre il gran numero di casi. Le conoscenze attuali ci indicano che agendo sui fattori di rischio modificabili si può ridurre del 35% il numero di malati”. 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube