Trevisopress

Martedì
17 Luglio
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

MONTEBELLUNA. A Oratino (Campobasso), una lapide ai profughi montebellunesi

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

alt31 MARZO 2018. È stata scoperta oggi, su volontà dell'amministrazione comunale di Oratino, cittadella molisana vicina a Campobasso, una lapide dedicata ai profughi montebellunesi della prima Guerra mondiale. L'inaugurazione è stata preceduta da un convegno, e si è concretata nello scoprimento di una lapide stessa alla presenza del sindaco di Oratino, Luca Fatica, e del sindaco di Montebelluna, Marzio Favero accompagnato dall'assessore Maria Bortoletto nella piazza Giordano, la principale della cittadina. Si tratta di una vicenda bella e poco nota che ha interessato 320 montebellunesi. Tra questi anche un bimbo di due anni, nato nel 1916, di nome Pietro Fasan, che poi divenne sindaco di Montebelluna. A riportare alla luce questa vicenda sono stati gli studi dello storico di Montebelluna, Lucio De Bortoli, che, esaminando i documenti in archivio e le destinazioni dei profughi montebellunesi, dell'intero comprensorio furono oltre 5000, si è accorto che un numero cospicuo era stato destinato a Oratino.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube