Trevisopress

Lunedì
16 Luglio
  • Login
  • Registrati
    Registrazione
    *
    *
    *
    *
    *
    I campi con asterisco (*) sono obbligatori
    Captcha plugin for Joomla from Outsource Online
     
  • Cerca
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

ASOLO. Matteo Feltracco, ricercatore al Polo Nord

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

alt2 MARZO 2018. Asolano ricercatore al Polo Nord, tra ghiacci, neve e nostalgia. Lui e Matteo Feltracco 29 anni molto conosciuto ad Asolo anche per il suo impegno in campo sociale visto che è membro della pro loco ma che ora sta svolgendo un lavoro molto particolare. Da, 25 febbraio e’ inserito in una equipe di ricercatori che stanno lavorando al Polo Nord. Matteo infatti, dopo il diploma al liceo scientifico al Cavanis di Possagno ( ambiente a cui è rimasto molto legato, specialmente con il prof.Giancarlo Cunial con il quale si intrattiene anche via social) ha conseguito la laurea in Scienze Ambientali all’Universita Ca,Foscari a Venezia. Ora però è uno dei due ricercatori dell’Universita di Firenze che stanno svolgendo uno studio sulle polveri atmosferiche del circolo polare artico e precisamente a Ny Alesund ( isole Svalbard)nella stazione Dirigibile Italia. In questo momento Feltracco ed il suo collega stanno portando avanti una campagna di campionamento di aerosol atmosferico e di neve. “ cerchiamo di capire come la natura si comporta in questi luoghi, ma, sopratutto, come l'attività dell'uomo possa intaccare questi ambienti remoti-spiega Matteo in un attimo di pausa del suo lavoro- ci riusciamo perché possiamo, attraverso un'adeguata strumentazione, suddividere le particelle in base al loro diametro:polveri, micropolveri...arriviamo alle nanoparticelle. Per questo Usiamo in impattore a cascata ad alto volume. Diciamo che è dotato di una serie di filtri in linea, ognuno dei quali è capace di campionare un diametro diverso”. Cosa vi aspettate da queste ricerche. “ Intanto sono ricerche cominciate nel 2010, la pluriennalità è fondamentale in questi ambiti! Diciamo che sappiamo già numerose cose per quanto riguarda il movimento delle masse d'aria, sappiamo che certi inquinanti di origine umana riescono più o meno facilmente a raggiungere questi luoghi.... E' importante capire che tipo di contaminazioni ci sono...”. Comunque, per ritornare ad Asolo, qui nevica li si presume non rappresenti un problema:” Assolutamente. Durante il viaggio ho dovuto solo fermarmi due giorni per il maltempo poi con un piccolo veicolo sono arrivato a Ny Alesund. Da poco sono qui ed il paesaggio è mozzafiato. Ora mi sto preparando per il lavoro perché oltre a questo non mi sembra ci sia molto altro qui”. Infatti ci sono poche decine di persone quasi tutti scienziati che lavorano a diverso progetti. E tra questi anche Matteo Feltracco diAsolo al Polo Nord. Gabriele Zanchin

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Seguici su Facebook
Visita il nostro canale YouTube